BLOG LETTERARIO

LIBRI, AUTORI, CURIOSITA’ E MISTERI DAL MONDO

“Loro temono ciò che non conoscono e distruggono ciò che temono.”

Le ultime pubblicazioni 

MEMORIE DAL BUIO

Il Leviatano – racconto breve

Ho inviato questo racconto breve a un concorso a tema “PLASTICA!” per il quale non mi hanno mai rimandato indietro neanche la ricevuta di ricezione della mail. Un’organizzazione terrificante! Mai più! Comunque è stato divertente scriverlo, anche se il limite di battute imposte era davvero castrante per il respiro che volevo dare al racconto. Passato il termine ultimo per la fine del concorso, non devo più mantenere l’inedito, quindi ve lo lascio in pubblica lettura! Godetevelo!

leggi tutto

Estratti inediti – L’abito della signora 2

Ormai ci siamo, è questione di poco e il romanzo storico L’abito della Signora sarà dato alle stampe. In un articolo precedente ho postato l’incipit del romanzo, oggi vi offro un ulteriore assaggio. Caterina è a bordo della carrozza della ricca Bianca Milesi, presso la quale suo fratello Carlo lavora. Il ragazzo ha il compito di condurla a casa della Contessa Frecavalli per la consegna dell’abito che hanno confezionato per lei. Caterina sta per conoscere due delle donne che hanno fatto la storia del Risorgimento.

leggi tutto

I magi

Cos’è la magia, se non la capacità di compiere azioni oltre la natura umana? Fedele al principio che ciò che è misterioso è tale solo perché non abbiamo ancora i mezzi per spiegarlo, nell’universo di Memorie dal Buio ho collocato la magia in un ambito particolare: in armonia con la scienza. “Whaaaaat?” direte voi. Ebbene restate connessi, perché subito dopo la foto di copertina, che già vi farà capire cosa intendo, entreremo nel mondo della magia, dei rituali e degli incantesimi e lo faremo con una delle interviste impossibili. Oggi avremo con noi il Sommo Orsini, Principe reggente della Torre di Magia di Roma, che potrete conoscere in Memorie dal Buio – Meretrix, in uscita a Natale 2022.

leggi tutto

SCUOLA DI SCRITTURA

L’incipit

Quando si deve scegliere che libro comprare, e ci troviamo davanti a un titolo e autore sconosciuti, si possono riconoscere almeno tre tipi di persone: quelle che guardano il titolo e la copertina, quelle che leggono la quarta e quelle che aprono e leggono l’incipit. Io appartengo a un ipotetico quarto tipo: faccio tutto questo e poi leggo una pagina a caso a metà. Perché lo faccio? Scopriamolo insieme analizzando cosa sia l’incipit e come scriverne uno di grande impatto.

leggi tutto

La comfort zone

Comfort zone è un concetto molto in voga in questi anni, specie dall’epoca del Lock Down, quando molte persone hanno familiarizzato con il disagio nell’uscire di casa o vedere altre persone. La pandemia ha grattato una pelle sottile di abitudine per mettere a nudo e far sanguinare delle croste mai guarite di misantropia e paura dell’ignoto. La casa per alcuni è stata una prigione, per altri una zona sicura in cui sentirsi protetti dall’epidemia.

leggi tutto

La pistola fumante

In editoria, il concetto di Pistola Fumante è uno dei pilastri fondamentali nella costruzione delle trame. Giusto ieri, mi è capitato di spiegare a mio figlio questo concetto, per aiutarlo a scrivere il suo racconto horror psicologico. Ma cos’è in realtà la Pistola Fumante? La definizione prende a prestito le atmosfere dei gialli e dei polizieschi, laddove c’è sempre una pistola che ha ucciso e che viene repertata tra le prove. La pistola non fuma in senso letterale, neanche è calda, ma è un’arma che ha sparato e ha determinato una svolta nella trama.

leggi tutto

INTERVISTA CON L’AUTORE

Loretta Minnozzi

Vi piacerebbe viaggiare indietro nel tempo? Confesso che è uno dei miei sogni segreti, poiché della storia sono cultrice e veneratrice e l’idea di vedere i grandi eventi del passato e conoscere coloro che hanno fatto la storia, mi ha da sempre sedotto. Con questo romanzo d’esordio, Loretta Minnozzi ci fa proprio fare questo, un viaggio nel passato fatto di corti, cicisbei e favorite, re capricciosi, crinoline e sagge donne.

leggi tutto

Simona Borgatti

Cosa succede quando una maestra prende la penna in mano? No no, non stiamo parlando del lapis rosso e blu per correggere gli errori, ma della penna per antonomasia, quella che ci porta a scrivere. Ebbene escono due perle come quelle di cui parleremo in questa intervista. A volte l’ispirazione viene da ciò che ci circonda, da ciò che amiamo e vorremmo portare all’attenzione del mondo, altre volte è una storia di vita personale e vissuta che può divenire esempio e educazione per molti, oppure ancora essere un piccolo spaccato della propria vita lavorativa e personale che si modella in un racconto.

leggi tutto

Giulia Anastasi

Iniziare una nuova vita è possibile? Questa è la domanda che ci poniamo quando tutto sembra crollarci addosso. Giulia Anastasi, pseudonimo di una donna forte e coraggiosa, che ha necessità di mantenere l’anonimato ci fa capire che è possibile, portando la sua esperienza. Questo non è un normale libro di narrativa, questa è la sua dolorosa storia.

leggi tutto

RECENSIONI

La stanza di Pandora – Christopher Golden

Questo libro è stato il primo ebook acquistato per provare il lettore Kobo che mi è stato regalato a Natale; la scelta è ricaduta su questo romanzo che prometteva un’indagine archeologica, medica e soprannaturale, tutte materie che mi appassionano. Inutile dire che quando si carica un testo di tante aspettative, è ben peggio quando queste non solo vengono disattese, ma fanno percepire la sensazione che una bellissima idea sia stata resa male e ormai “bruciata”. Chiunque infatti volesse scrivere meglio delle città sotterranee della Cappadocia e delle zone limitrofe o parlare del mito di Pandora, verrebbe additato come emulo. Vediamo ora nel dettaglio come mai mi sento di sconsigliare questo testo.

leggi tutto

Racconti di laguna – aa.vv.

Venezia, città delle calli, delle gondole, dell’acqua del mare che cresce fino a sommergere le vie, di Piazza San Marco e dei romantici baci sul Ponte di Rialto. La città sospesa tra cielo e mare che con entrambi, tra il Vento di Bora e l’acqua alta ha stretto un accordo di reciproco rispetto. Un questa piccola antologia troviamo tanti punti di vista diversi, tanti stili e tanti generi nati dalle penne degli utenti del gruppo facebook “I parolanti”, coordinati da Laura Massera.

leggi tutto

Il Canto di Calliope – Nathalie Haynes

poemi epici non hanno mai le donne come protagoniste, ma narrano di guerre ed eroi, battaglie e viaggi. Iliade, Odissea, Eneide ci hanno abituato a uomini forti e coraggiosi e a donne sballottate dal destino e dai loro mariti. La storica Nathalie Haynes ribalta la situazione col suo romanzo, in cui Calliope, la musa della poesia, invocata da un generico “lui” che possiamo identificare con Omero, invece di mandargli immagini del “pelide Achille”, gli offre la visione della fine della guerra di Troia da un nuovo punto di vista, quello delle donne, relegate sempre nell’ombra dei guerrieri.

leggi tutto

LA MIA VITA

[GIORNALINO VETERINARIO #1] ZOONOSI

Quando mi chiedono chi sono, come prima cosa devo citare il mio lavoro, la Medicina Veterinaria. Sebbene io pensi a scrivere da quando mi sveglio a quando mi addormento e spesso pure in sogno, alla fine il mio lavoro è questo. Ecco perché nella rubrica My life non può mancare qualcosa sugli animali. Tra l’altro sto scrivendo anche un libro sugli animali della mia vita e spero di darlo presto in pasto ai lettori.

Iniziamo subito con questo articolo sulle zoonosi, ovvero le malattie trasmesse dall’animale all’uomo, ma anche viceversa. Ce n’è parecchie e, come ci insegna il Covid o il Vaiolo delle scimmie, i passaggi interspecie non sono così rari! Vediamo le principali e più diffuse.

leggi tutto

Celebrazioni laiche

Nel giorno del 22° anniversario di matrimonio non c’è articolo migliore da pubblicare di uno sulle Cerimonie laiche. Vediamo il perché. Nel 2021 ho seguito un corso per divenire Celebrante Laico e, alla domanda di iscrizione, mi è stato chiesto il perché di questa scelta. La risposta non è stata difficile, avendo assistito a una marea di cerimonie religiose tutte uguali, impersonali, standardizzate e noiose. Una di queste l’ho anche subita in prima persona: il mio matrimonio in chiesa. Un grande errore. Per la scelta della chiesa, non certo per il matrimonio che è e resta la decisione migliore della mia vita, pari a quella di aver fatto un figlio.

leggi tutto

Il Gioco di Ruolo

Chi di noi non ha mai giocato a “facciamo che tu sei… e io sono…”? La fantasia dei bambini non si preoccupa di incasellare in definizioni il proprio divertimento, ma di fatto tutti noi abbiamo, almeno una volta nella vita, giocato a un gioco di ruolo. Perfino gli psicologi riconoscono l’importanza del gioco di ruolo per la psicoterapia, grazie alla delocalizzazione del punto di vista, che aiuta il paziente a esprimere il proprio disagio o i desideri, attribuendoli ad altri, al proprio personaggio.

leggi tutto

OCCULTO E MISTERI

La fotografia post mortem

Il culto dei defunti è un insieme di rituali e abitudini sociali che attraversa trasversalmente spazio e tempo, ritrovandosi in ogni luogo e tempo con le proprie fasi e consuetudini. Quello che a noi oggi apparirebbe come macabro o morboso, come per esempio esumare le mummie dei parenti defunti per passare una giornata con loro e cambiare gli abiti o fare festa, per molte etnie è la prassi e non farlo equivale a un insulto ai propri antenati. Gli Europei, che si avviano a una stitichezza emotiva preoccupante, già guardano con sospetto e quasi derisione ad eventi come El Dia de los Muertos, figuriamoci quando si trovano davanti all’argomento di cui parleremo oggi: le foto dei defunti.

leggi tutto

I cerchi di pietre

Qual è il ruolo dei Cerchi di Pietre? Come mai nella sola Gran Bretagna se ne trovano oltre 1300, ma sono presenti anche in molte altre parti d’Europa, perfino in Italia? Cosa ha spinto degli uomini dotati solo di rudimentali arnesi in bronzo a intagliare e spostare pietre pesanti diverse tonnellate (a volte anche per molti chilometri) ed erigerle secondo quell’architettura? Ebbene oggi cercheremo di analizzare il fenomeno e dare una spiegazione al loro complesso fascino.

leggi tutto

Oggetti impossibili

Gli appassionati di mistero lo sanno perfettamente. La storia ci ha consegnato una serie di oggetti “sbagliati” per forma o uso nel loro contesto storico. Si chiamano OOPArt (Out Of Place Artifacts) e non dovrebbero essere stati inventati o rappresentati. Ma sono davvero oggetti misteriosi, o hanno una spiegazione logica? Vediamoli insieme, analizzando i fatti e la leggenda. La conclusione? Traetela voi! La mia sarà in fondo all’articolo. Organizzerò l’esposizione dividendo i vari OOPArt in tre gruppi: quelli che ancora richiedono analisi scientifiche, quelli dichiarati falsi e quelli perfettamente coerenti col loro tempo.

leggi tutto

L’ARMADIETTO DI DRACO

La Mandragora

E’ proprio il caso di dire che ho conosciuto la mandragora e sono ancora qui a raccontarlo. Poco più di un mese fa (ottobre 2022), ho cucinato degli spinaci presi freschi in un discount, ma per fortuna, avendo sentito un fastidioso gusto amaro, non ne ho ingeriti che un pugnetto bollito. In meno di dieci minuti ho iniziato ad avere coliche, conati, tremori e vertigini che sono andati diminuendo solo il giorno dopo, ma che mi hanno lasciato strascichi per tutto il mese successivo. Per altri tre giorni non ho immaginato la causa, che imputavo a una congestione o un virus intestinale, poi ho letto articoli su intossicazioni anche di altre persone in diverse parti di Italia e ho capito come mai stessi così male.

leggi tutto

Il Tè

Quando le persone entrano a casa mia, sanno che il caffè non esiste, ma che troveranno una varietà di tè e infusi per ogni gusto. In famiglia adoriamo il tè in ogni sua declinazione e le antiche tolle decorano i pensili così come una raccolta di bustine completa dei quadri alla parete come collage colorato. Prima ancora di sposarmi ho iniziato una raccolta su tè e tisane che ancora occupa un posto d’onore nella mia biblioteca di cucina. La mia passione per il tè nasce dall’incredibile varietà di aromi che una sola bevanda può offrire a partire da varietà diverse di Camellia sinensis per passare alle differenti lavorazioni e alle diverse essiccazioni o fermentazioni e, infine, ai diversi aromi che possono essere aggiunti, da spezie a frutti e fiori, per renderlo unico.

leggi tutto

La Teriaca

Non c’è scritto storico o romanzo che parli di medicina, che non nomini la Teriaca. Questa miscela prodigiosa, indicata per la cura di ogni male, dominò la farmacopea europea per due millenni, andando a costituire rimedio o colpo di grazia per milioni di pazienti sofferenti. Anche Draco ne parla, e non certo con parole di lode, in questo breve dialogo con Cécile che troviamo nel capitolo 15 di Memorie dal Buio – La Bestia.

leggi tutto

LA DISPENSA DI ZEL

L’ortica

Non mi vengono in mente molti altri doni della natura così odiati e bistrattati come l’ortica! Chi di noi non ha mai sfiorato per sbaglio una di queste piante che crescono spontanee e infestanti in ogni luogo incolto? Chi di noi non ha mai tirato giù un calendario di moccoli nella mezz’ora successiva? Non a caso, qualsiasi irritazione e rossore della pelle viene della “orticaria”. Ebbene oggi parleremo dell’ortica da un altro punto di vista, quello farmacologico e culinario.

leggi tutto

Fiori eduli

La prima volta in cui ho visto fiori in un piatto, era un’insalata mista confezionata all’Esselunga (tra l’altro un market in centro a Milano, non certo qui in campagna) e conteneva per lo più violette. Una volta assaggiati, non avevano alcun sapore, parevano insalata, ma studi successivi mi hanno fatto capire che il problema non sono i fiori, ma la loro coltivazione; esattamente come un latte di malga o un burro d’alpeggio sono più ricchi di sapore di un panetto industriale, così fiori coltivati nel giusto modo e consumati appena colti, mantengono profumo e fragranza tale da arricchire i piatti.

leggi tutto

Lo zafferano

Lo zafferano è la spezia più preziosa, più costosa in assoluto: un grammo di pistilli di Crocus sativus della miglior qualità può arrivare a costare 30 euro. Il motivo è presto spiegato dal ciclo vitale della pianta e dalla sua resa alla raccolta: il fiore ha un corredo genetico triploide ed è sterile, quindi senza l’aiuto dell’uomo non può riprodursi. La riproduzione avviene infatti per moltiplicazione vegetativa, attraverso la selezione di un clone iniziale o per ibridazione interspecifica.

leggi tutto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi